Note a margine n. 656

FAMOLO STRANO

Lo scandalo dello scandalo a cazzo. Al netto di non sapere su richiesta o iniziativa di chi – che si dovrebbe conoscere per ragioni di trasparenza – lo stipendio annuo del presidente INPS Triddico è stato aumentato da E.62.000,00 a E. 150.000, annui in forza di un decreto interministeriale del 7 agosto 2020 dei ministri del Lavoro Catalfo e dell’ Economia Gualtieri. Che non ci dormivano la notte da quando, tra una cosa e l’altra, quel pensiero – sua sponte e uguale uguale ad entrambi – gli era venuto in testa contemporaneamente a tutti e due. Lo stesso decreto ha fissato anche: uguale stipendio di 150mila euro all’anno al già infortunato Bettoni, ora presidente dell’Inail; 40mila euro ai vicepresidenti dei due Istituti (60mila in caso di deleghe), ai consiglieri di amministrazione di Inps e Inail, invece, un emolumento di 23mila euro ciascuno. L’aumento ha effetto retroattivo, “con decorrenza dalla data di nomina del Presidente, del Vice Presidente e dei consiglieri di amministrazione Inps e di Inail”. Le grida dello scandalo mandato in scena da un po’ di giorni, però, si sono concentrate solo su Triddico. Sarà perché, forse, è il figlio della serva. Per la serie: lo scandalo? famolo strano.

E per la serie ‘Cuius incommoda eius et commoda’, così capovolto, Casalino, ho letto, prenderebbe circa E. 170.000,00 annue, vale a dire circa E.60.000,00 più di Conte e E. 20.000,00 più di Triddico e Bettoni. Valore del lavoro. Lasciatemelo dire: e che cazzo! E ho detto tutto. Minus dixi quam volui. Ovviamente.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...