Note a margine n. 609

CHICAGOANS

Pare che si consolidi con crescente ed evidente fondatezza fattuale, ma non solo quanto al PD, una endemica dinamica ludica mirata alla vittoria per la vittoria. Parlo dei Partiti politici che, nel loro interno riproducono più o meno gli stessi atteggiamenti e comportamenti esterni. Il culto della personalità unito alla voglia matta di autoaffermazione del soggetto e della sua squadretta. Direi della sua gang, stile chicagoans, per spartirsi il massimo possibile di territorio dove spacciare tutti la stessa merce ai cittadini tenuti come polli in batteria, pezzi da spostare, contare alla bisogna e poi dimenticarsene. La stessa merce, qui reclamizzata dalla trita e stucchevole retorica, un gridato listino delle cose che non vanno e che andrebbero fatte; come se i cittadini fossero degli stupidi e già non lo sapessero. Litanie di lamenti, giochicchi di parole, dispettucci prepuberali fatti da uomini scemi, polemiche sterili pour épater les bourgeois. Fanno riscontro masse di fegatosi imbecilli da curva nord.Proposte concrete, seria voglia di amare e aiutare il Paese, nisba. Sotto il vestito, niente. A volte, nemmeno le palle. Quelli che si accontentano di spararle. Tanto, possono contare ancora su una buona parte di cittadini immaturi dilettanti della loro altissima funzione costituzionale: quella dell’elettorato. Fragole ai porci.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...