Note a margine n. 346

lager

COMUNITA’ REPUBBLICHE EUROPEIZZATE (OVVERO: LAVORATE, SCHIAVI!)

Comunità Repubbliche Europeizzate. OK ci hanno provato, alla faccia dei creduloni che si sono fatti infinocchiare, degli sciagurati idealisti e dei furbacchioni, a cominciare dalla fissazione del rapporto di cambio valutario statale con l ‘ Euro. E, aggiungerei, di qualche sprovveduto o facente funzione coglione sprof. e sottopancia interessati che, per via del fattaccio preannunciato agli intimi dopo uno studio a tavolino, ci hanno fatto speculazioni faraoniche e soldi a vagoni.
Ovviamente, a rimetterci come sempre accade, sono stati e sono tuttora, i figli di nessuno i quali non hanno ancora capito che é molto meglio essere figli di qualcuno, specie di puttana.
Sciolta la famigerata URSS, si è provveduto a farne un facsimile e spacciarla per il nuovo che viene col nobile intento di aiutare i Paesi meno abbienti. Se qualcuno ci ha creduto, è un fesso. Se qualcuno si sta chiedendo ancora il vero motivo per cui questo si è fatto, è un fesso convalescente; se qualcuno sta incazzato nero è perché aveva sumato dal primo momento la puzza del marcio.
Chiedo spesso ai fustigatori del Cav. Presidente chi, secondo loro, avrebbe potuto essere o è stato il migliore statista dell’ ultimo ventennio, a prescindere dalle scopate e dalle sedute spiritiche: le prime per godibile passatempo, le seconde per scoprire dove fosse stato tenuto prigioniero il povero Aldo Moro. Non un nome, anzi, centomila nomi: quando si dice la forza delle idee chiare. Ad un certo punto mi sono sentito autorizzato a fare il nome dei Fichi d’ India, di Fabio e Mingo, di Ficarra e Picone: ma hanno subito l’ idea: a due non si può in questo Paese dove impera l’ industria della legge. Allora ho evocato Corona, ma dicono che sia occupato; ho optato, quindi, per l’ Amministratore del Condominio di mio cugino: ma mi hanno eccepito che manca di quota rosa.
Qualche patetico ha ritirato dal Purgatorio dei dimenticabili persino il nome di Monti: Monti chi? Qualcuno, in crisi di risposta, ha interrogato lo specchio magico: Specchio, specchio chi è il più tosto del reame? La risposta è stata un pernacchio marottiano.
Tutto sommato, sono in molti a voler affossare il Cav. Presidente Berlusconi, ma molto pochi a proporre con una certa serietà un nome alternativo, pescandolo ovunque, anche tra i traditori. Temo che presto ne avremo uno d’ importazione, non appena saremo commissariati da questa Comunità Repubbliche Europeizzate, i cui vertici non hanno ancora colto il fatto che ridacchiare sugli italiani porta male, molto male. Chiedetelo a topo Gigio, dal formaggio alla cacca, ad aspettare gli altri. E’ solo questione di tempi.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Note a margine n. 346

  1. Zanoids ha detto:

    A che punto ci ha portati questa bella manica di lestofanti: desiderare di uscire dall’ Italia! Ma ho la certezza incrollabile che prima o poi pagheranno a caro prezzo tutte le malefatte. Non è possibile che la facciano sempre franca. Viva l’ Italia libera!

  2. Stefano ha detto:

    Egregio, Lei sa di libertà e può capire certe situazioni: il referendum del Veneto dovrebbe essere altamente indicativo:è difficile il dover accettare di essere parte serva di uno Stato servo e inetto. Sta dilagando una incontenibile ed estesa voglia di indipendenza che si contrappone all’ oltraggiosa rigidità di una Europa egemone nei suoi organi apicali e nei suoi membri padroni. Viva la libertà!!! La Storia è fatta di contingenze mutevoli. Non ostacoliamola.

  3. Gray ha detto:

    E no! stamattina ho voluto provare a battere sul tempo d ‘Aurora, ho voluto fare io l’ Alba e vedo che ci sono riuscita a precederla. Scherzo, ovviamente. Prof., Lei sprizza scintille e ci azzecca quando paragona l’ EU all’ URSS, che, forse, poco ci manca che diventiamo tutti schiavetti della Germania. Francamente, devo confessarlo: io mi sono abbondantemente rotta; mi bastavano e avanzavano i nostri problemi, ma almeno giocavano in casa. Ora siamo trattatati da abusivi, tollerati se facciamo i buoni e i compiti come vogliono lor. Io rivoglio sentirmi italiana a tutti gli effetti e di essere europea non me ne può fregare di meno, anzi. Occupiamoci delle sciagure nostre, di dare una regolata a quei poteri che stanno esagerando con i loro sistemi antilibertari e il buonismo verso la delinquenza. Che fanno proprio schifo. Gliela do io l’ Europa e so io dove…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...