Note a margine n. 255

buco nero

IL BUCO E’ NERO

Forse ci sta ingoiando un buco nero e le naturali forze gravitazionali stanno scomponendo gli atomi della materia e dello spirito. Forse; ma è certamente il momento giusto per recriminare a ragione: “ Ai miei tempi…!”. Sarebbe una banalità, ma non tanto discosta dalla osservazione. Gli schemi mentali che ci davano tanta sicurezza, personaggi, funzioni, valori: tutto a puttane. Fino a ieri me ne lamentavo; poi ho cominciato a prenderci gusto, ad assaporare le sorprendenti performances di ominicchi che si spacciano da uomini e di uomini che si adattano a fare i quaquaraqua; i jeans lerci in Parlamento dove si erano seduti uomini cazzuti e sciacquette che occupano i posti che furono di donne doc. Senatores mali viri, senatus bona bestia (!)
La disinvolta ignoranza è ormai omologata e quasi nessuno rileva la minima differenza, se non la patologia almeno l’ opacità di umanoidi per caso, in libera circolazione con la faccia seriosa, col cervello ingolfato e bisognoso di urgente rimessaggio e revisione; i pusher del similpensiero offrono sottocosto partite di roba scaduta; nessuno si vergogna più di nulla; si massacrano le femmine e i bambini sono pignorati con asporto con la forza pubblica; la magistratura ha infranto tanti sogni vintage; gli etero devono nascondersi per pudore; i cristiani si preparano ad oscurare crocifissi e sagrati per non offendere e per ripararsi dalle rappresaglie di altri cristiani manutengoli, si grida allo scandalo pubblico per le scopate fatte in privato; acque e cibi avariati e contraffatti; si stampano banconote che non possono circolare; a cazzo, si tende a riscrive al Costituzione pur avendo perduta la sovranità. Tanto per dirne qualcuna. La vita pesa, i giorni sono tardi: ma che spettacolo! Non fosse altro che per questo: val proprio la pena cambiarsi puntualmente i pannoloni.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Note a margine n. 255

  1. helena ha detto:

    …E nell’ Universo c’e’ un buco nero, sembra non avere fretta a chiudere la bocca, disposto a rinvii ma non a sconti. Ce lo meritavamo Noi del pianeta terra, un buco nero come ricompensa. Ma no, forse e’ solo un effetto ottico, risultato degli sguardi indiscreti di potenti telescopi, o forse un ventilatore a rinfrescare le stelle.
    Si si, sara’ cosi:
    Senza confini e senza tempo era l’ Aria ed un Vento ruotava incessantemente.
    Ed il Vento divenne l’ amante del suo Principio e si riavvolse su se’ stesso.
    E da questo nacque il Desiderio.
    Il Desiderio e’ stato il Principio di tutto.
    Si si, sara’ cosi’.
    perche’ siamo comunque certi che sia sempre valido quanto diceva tanti anni fa SENECA:
    ” …Verra’ un tempo in cui, a forza di pazienti ricerche, si rivelera’ cio’ che oggi e’ nascosto …verra’ un tempo nel quale i nostri discendenti saranno sorpresi che noi abbiamo ignorato cose cosi’ ovvie “.

  2. helena ha detto:

    Oggi siamo arrivati in un paese di cui non conoscevamo ne’ clima ne’ tradizioni, tanto per la soddisfazione di un innocente cambiamento; e invece non siamo andati neanche all’ aeroporto per volare con il pensiero. Ci siamo ritrovati dove stavamo ogni giorno, il risveglio imbronciato dopo il solito sonno: peccato, sarebbe stato bello un ritorno al passato; e invece novita’, tutte queste novita’ che non distraggono per niente, e’ come ritrovarsi tra le mani un giornale preso sottosopra e portato per sbaglio davanti agli occhi. Povera umanita’, condannata all’ angoscia eterna. Certamente il mondo ha girato troppo veloce in questi ultimi anni, i cambiamenti troppo rapidi hanno mandato tutto a gambe all’ aria: quello che nel passato era un’ eccezione, nel presente e’ diventata una regola. Il ” Mutatis Mutandis ” ha messo da parte il senno antico, e invece di cambiare le cose che andavano cambiate, ha cambiato le cose che non andavano toccate.
    Continua, perche’ vedo che lo spazio funziona male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...