Note a margine n. 237

bel paese

FORCONI

La guerra personale di alcuni nostri politici nelle cui mani si trovano – per un insieme di casi e per un vuoto di meriti – momenti decisivi del nostro Paese, ci sta riducendo allo stremo delle risorse economiche e spirituali. Il dover constatare, ancora una volta, che beghe fondate principalmente su una rivalità individuale e artatamente radicalizzata e spacciata per contrapposizione di tipo generale e inconciliabile, onde trarne personale beneficio nel campo del prestigio politico, sono anteposte ciecamente ad ogni altra considerazione sociale, ci denuncia a chiare lettere o la totale cecità o la cinica subordinazione del bene comune al vantaggio carrieristico di qualcuno. Qualcuno il quale, non fosse altro che per la suddetta constatazione, si sta manifestando del tutto inadeguato a reggere le sorti del Paese. Un Paese, peraltro, che solo per un quarto del totale, gli ha dato fiducia e che, pertanto, solamente per un distorto e grossolano artificio normativo è affidato nelle mani, alla competenza e alla incompetenza di un singolo individuo, in un sistema perverso di brutta copia di democrazia grazie al quale, per un solo 0, 3 % di voti in più rispetto ad altri partiti, ha visto attribuirsi un “premio di maggioranza” che gli ha fatto quasi raddoppiare i posti in Parlamento creando una proporzione inesistente. Legge truffa = truffa legale.
Non è possibile continuare a credere non soltanto nelle capacità ma persino nella buona fede di un individuo siffatto il quale presuma pervicacemente di essere l’ unico interprete autentico delle istanze, delle necessità, delle speranze di una intera collettività già messa in ginocchio da una serie di errori consumati da altrettanti presunti demiurghi pregressi, anch’essi sostenuti da non dissimili autoreferenziali ma velleitarie convinzioni miseramente poi naufragate negli esiti dai quali stentiamo a scrollarci.
Mai come in questo momento il Paese necessita di ritrovarsi Popolo e di trarre nelle comuni calamità la forza di coesione indispensabile per la rinascita e la conferma di una vera libertà democratica. Mai come in questo momento sono perniciosi i modelli di vincitori e vinti. Eppure, questa gente persevera nel suo gioco bieco e pericoloso paralizzando tutta la vita sociale.
Tutti gli altri affilano i forconi.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...