Note a margine n. 171

TEMPI DI PRODIGI!

Immaginiamo un processo penale durato circa sei anni; fascicolo processuale circa 50.000 pagine; posizioni processuali per differenti imputazioni da esaminare singolarmente: facciamo 10.
E immaginiamo anche che il fascicolo processuale di ufficio sia composto da 50.000 pagine da leggere per esaminarne il contenuto. Orbene, si calcoli, ad esempio, che, soltanto per leggerne una volta sola senza saltelli di parole e di paragrafi (e recepirne con discernimento minimo sufficiente il significato) occorrano almeno 5 minuti circa. Tempo complessivo medio stimato in minuti 250.000.
Considerato che 1 giorno (24 h) è composto da 1.440= minuti, ne consegue che occorrerebbero 173,11 giorni, solamente per leggere ininterrottamente le ipotizzate 50.000 pagine.
Forse solo uno scanner a velocità supersonica ci riuscirebbe.
Ma gli essere umani, ancorché riuniti in Camera di Consiglio, hanno anche bisogno di tempo per soddisfare le necessità elementari: bagno, toilette, mangiare, riposare… per conservare lucidità razionale: fate voi. Ma non teniamone conto. Diciamo lavoro no stop.
Tempi per lettura verbali di udienza di un dibattimento durato 6 anni, esame atti e documenti relativamente a ciascuno dei dieci diversi imputati, confronti, note, richiami, osservazioni, rilievi, discussione, etc. non calcolabile. Fate voi. Ma non teniamone conto.
Ipotizzato che la Camera di Consiglio de quo se la sia sbrigata in 4 giorni (cioè, in complessivi 5.760 minuti), si deve presumere una lettura di 12.500 pagine al giorno (cioè, ogni 24 ore) il che comporta una velocità di lettura di 520,8 pagine l’ ora (cioè, ogni 60 minuti), pari a 8,68 pagine al minuto (cioè, 60 secondi): il che comporta che il tempo dedicato alla lettura di ogni singola pagina e all’ esame del suo contenuto è pari a 6,9 minuti secondi.
Il che già di per sé presuppone un lavoro indefesso, più che solerte, sovrumano e che ha del prodigioso.
Tempi di discussione tra i magistrati riuniti Camera di Consiglio in ordine alle diverse posizioni dei dieci imputati, e di assumere le relative decisioni (questo assolto, questo condannato, questo non sia sa bene, parliamone ancora…) fate voi. Tenete presente che hanno dovuto decidere di assegnare pene gravi, non un trofeo all’ esito una partita a bridge.
Tempi per i calcoli delle diverse pene, fate voi.
Tempi per la redazione dei dispositivi (quello che si legge quando il Tribunale rientra in aula dopo aver deciso) in relazione a ciascuno dei dieci ipotizzati imputati, fate voi.
Ma, visto che parliamo di prodigi, eccediamo nell’ esempio ipotizzato e rendiamo l’ esempio ancora più interessante. Aggiungiamo un particolare: che dalla stessa Camera di Consiglio, assieme ai dispositivi, sono usciti anche i testi integrali delle diverse e articolatissime motivazioni elaborate e organizzate formalmente per iscritto in Camera di Consiglio. Tempi necessari: fate voi.
Tenete presente che la norma processuale assegna al giudice estensore della sentenza un termine di 15 giorni e, per i casi più complessi, sino a 90 giorni. La cronaca ci riferisce spesso di casi di clamorosi sfondamenti, anche in dimensione di anni.
E allora? Stato facendo i calcoli? Altro che prodigio o miracolo: l’ esempio sopra formulato è una presa per il culo e voi ci siete cascati da babbei.
A meno che, maliziosi che non siete altro, non abbiate pensato che l’ esito del processo fosse stato già deciso e la sentenza non fosse già stata preparata prima del termine del dibattimento, a prescindere dalla conclusione delle difese e delle accuse, e delle risultanze dibattimentali.
Lo sappiamo, lo sappiamo; come diceva un tale “A pensare male finisce che ci si indovina”; ma ricordatevi anche: “Honi soit qui mal y pense”!
Birbaccioni creduloni!

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Note a margine n. 171

  1. angelo scrimieri ha detto:

    no comment! Però ci sarebbe da fare una considerazione. anche loro sono fatti di carne (?) ed ossa . SONO TANTO OBERATI CHE UNA MIA QUERELA PRESENTATA NEL 2004 NON HA AVUTO SEGUITO!!! A TUTT’OGGI.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...