Note a margine n. 126

PLATO

Sì, carissima lettrice; come non concordare con Platone?
Ancora una volta trovo conferma e condivisione del messaggio del poeta Douglas Malloch (1877 – 1938) richiamato da Martin Luther King che lo diffuse nel mondo: ” Qualunque cosa tu sia, sii il meglio di ciò che sei”. Ecco la virtù.
Ecco perché eticamente è preferibile un buon maestro elementare ad uno scadente prof. universitario.
Anche i traditori hanno il loro top, ancora insuperato, malgrado in milioni ci abbiano provato e ci provino ancora: Giuda Iscariota ( se non erro: .יהודה איש־קריות, Yəhûḏāh ʾΚ-qəriyyôṯ; ) Lo trascrivo, come l’ ho trovato, a favore di quelli che come me non conoscono l’ ebraico. I trenta danari fanno gola a molti, ma non tutti se li guadagnano con un bel tradimento doc, alla grande. Anche fra i traditori imperversano le mezze calze: forse l’ unico aspetto positivo è che si individuano subito, quando ancora si spacciano per amici.
Diceva un mio saggio amico parlando di ominicchi: ” Quello è tanto imbecille che, se dovessero fare la gara degli imbecilli, arriverebbe al massimo secondo”.
Quanti secondi sguazzanti sopporta il Signore: ma forse, è diventato anche lui un Dio tecnico. E persino il nostro Destino si sta attrezzando in questo senso.
E non sarebbe una enormità per questa massa di uomini ormai forgiati alle regole della tecnica e non più a quelle della morale.
Per questo motivo, noi non finiremo di essere con la morte ma ben prima: noi diventeremo obsoleti e saremo rottamati, rimpiazzati da modelli più nuovi ed evoluti.
A cominciare dalle osservazioni tecniche diffuse dei nostri governanti tecnici, tanto per accendere pericolose conflittualità tra generazioni,” i vecchi cominciano ad essere un peso insostenibile per la nostra società”.
E non vogliamo prenderli tecnicamente a calci nel culo!?

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Note a margine n. 126

  1. helena ha detto:

    ma certamente, …e mettere a segno un Goal, tecnicamente perfetto !

  2. B. ha detto:

    Professor Michele,
    io non so esattamente quanti anni Lei ha; ma, leggendola, dobbiamo pensare che non è più un giovanotto.
    Brutta storia quella dei traditori e di tutti quelli che per svariati motivi fingono, chi più chi meno; ed è ancora più brutta quando certe cose si consumano a danno delle persone anziane che sono quelle più bisognose di affetti e di avere qualche sicurezza.
    Si consoli, però; per noi più giovani non va molto meglio. Lei, sostenuto anche dalla Sua capacità di discernimento e dalla Sua cultura, almeno certamente avrà da tempo imparato a distinguere e a non farsi illusioni. Difficilmente una delusione La troverà impreparato del tutto. E questo è già tanto, mi creda. In famiglia ne sappiamo qualcosa.
    Bianca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...